Adidas Haven W Haven neri Sportivo b40c14

Adidas Haven  W  Haven  neri Sportivo b40c14

Adidas Haven W Haven neri Sportivo b40c14

24 giu 2016

halloween festa italiana Streghe, zombie, mummie e fantasmi, gatti e ragni neri dalle zampette pelose e zucche intagliate con facce inquietanti e luci sinistre balenanti dagli occhi: pronti per la notte più spaventosa dell'anno? Proveniente dagli Stati Uniti, la festa di Halloween, dalle tinte oscure e macabre, ha contagiato anche noi italiani, assumendo sfumature differenti. E da qualche tempo non solo i ragazzi, ma anche gli adulti apprezzano e strizzano l’occhio a questa ricorrenza, con tanto di serate a tema e costumi, che sono una semplice anteprima del Carnevale, ma con quel pizzico di brivido in più che fa la differenza. Ma siamo sicuri che questa festa non c’entri proprio nulla con noi? Ecco qualche curiosità molto interessante e alcune dritte per festeggiare questa ricorrenza in perfetto stile Halloween.

Le origini di Halloween

Sai che Halloween non nasce in America? Le sue autentiche origini sono da rintracciare in Irlanda, dove questa festa coincideva con quella di al Samhain, millenario Capodanno celtico, che significa fine dell'estate e che celebrava, appunto, la fine dell'estate e l'inizio dell'inverno. Nell'Alto Medioevo, il Cristianesimo si diffuse nelle terre celtiche di Irlanda e Bretagna e fu istituita la festa di Ognissanti, da celebrare il 1° novembre. Tutti i santi in Bretagna venne tradotto in All Hallows che si avvicina dunque moltissimo al suono della parola Halloween. La Riforma protestante, in seguito, cancellò i santi e qualsiasi anima provenisse dai cimiteri fu considerata uno spirito pericoloso e malvagio. Tra il '700 e l’800, Halloween diventò ufficialmente la notte dei morti che tornano dall'oltretomba, la notte in cui si perdono i freni e ci si abbandona al sovvertimento delle regole. Halloween si trasformò in un momento liberatorio. Verso la fine dell'Ottocento la festa diventò popolare nel vecchio e nel nuovo Mondo, anche come soggetto di poesie e di romanzi. Nel secondo dopoguerra, qualcuno fiutò il business che si poteva celare all'interno di una festa così variegata, cogliendone tutte le opportunità: costumi, dolci, trucchi, gadget, decorazioni, addobbi. Nacque contestualmente la filastrocca "Trick or Treat": "Dolcetto o scherzetto", che i ragazzini americani ripetono bussando alle porte del quartiere. Oggi la festa di Halloween è celebrata nelle scuole, nelle strade di tutte le città europee e vede protagonisti bambini e adulti. I primi si travestono da fantasmi, streghe, mostri di ogni tipo, lasciando a briglia sciolta la fantasia, girano per le strade e ricevono dolcetti, caramelle e cioccolatini. Gli adulti utilizzano travestimenti più o meno credibili, più o meno spaventosi: diavoli, streghe e mummie danzano nei locali, nei pub, nelle discoteche, in cui si organizzano veglioni e feste tematiche.

Dettagli prodotto

Stile:
Sportivo
Misura delle scarpe:
36
37
40
41

adidas Haven W
adidas Haven W, Sneaker a Collo Basso Donna, Multicolore (Core Black/Wonder Pink F10/Grey Four F17), 37 1/3 EU

Travestimenti e zucche, un must di Halloween

scelta delle zucche In America la scelta delle zucche da decorare si fa in famiglia

Ma cosa c'entra il travestimento con Ognissanti? L'abitudine al travestimento risale ancora all'antico rituale del Samhain. I celti sacrificavano animali agli dei, ne indossavano le pelli e si annerivano il viso per allontanare gli spiriti perfidi o per impersonare i defunti. E la zucca? Che attinenza c'è con Halloween? L'ortaggio di stagione per eccellenza, principe della festa, protagonista in cucina di risotti, paté, tortelli e dolci, si ricollega alla tradizione irlandese, alla leggenda di Jack O'Lantern. Di sicuro l'avrai sentita nominare: la storia narra la vicenda di un fabbro che, al momento della morte, ingannò il diavolo, il quale dovette rinunciare alla sua anima. Jack utilizzò una rapa, la intagliò e vi mise dentro un carbone incandescente per illuminare la strada per tornare a casa. Gli immigrati americani, non trovando rape, ma tante zucche, usarono queste ultime. Tutto questo parlare di zucche, di travestimenti e di feste, ti sta facendo venire voglia di mischiarti ai festaioli, di mascherarti ed essere per un giorno qualcun altro, mettendo a nudo una parte molto nascosta di te stesso? Ti dico che sei ancora in tempo per organizzarti per quest'anno. Hai due possibilità: metterti in macchina e goderti manifestazioni varie in giro per l’Italia, oppure optare per una soluzione casalinga.

Halloween in Italia: scegli un party itinerante

Dal Piemonte alla Sicilia, varie sono le occasioni da cogliere per festeggiare Halloween in Italia. A Milano, si organizzano feste in tutta la città soprattutto nei locali notturni; in Friuli, ad Ampezzo, in provincia di Udine, si rievoca il Capodanno celtico. Si chiama la Fiesta dalis muars e inizia al calare del sole, mentre si esibiscono giocolieri e mangiafuoco. I muars sono, appunto, le zucche intagliate. In Umbria, nei pressi di Città di Castello, nel Rione San Giacomo si organizzano spettacoli, aperitivi a tema, esibizioni di artisti di strada e concerti. In Sardegna, invece, Halloween si dice Is Animeddas al Sud e Su Mortu Mortu al Nord. Le famiglie preparano i maccheroni fatti a mano e sulla tavola, senza posate, lasciano oltre al primo piatto, un bicchiere di vino e una brocca d'acqua. I bambini, intanto, girano di casa in casa a chiedere dolci e frutta secca.

Party casalingo? Qualche idea per una festa a tema

Se hai voglia di qualcosa di più intimo, fra amici, allora niente di meglio di un party casalingo. Sarà divertente organizzare una festa nei minimi dettagli: basta davvero poco per mettere su un party stile Halloween. Cominciamo.

#1 Confeziona gli inviti

invito per halloween Sì, certo, oggi c’è il cellulare, ma che ne dici di divertirti un po’ con carta e penna? Intanto, scrivi una lista degli invitati. Se hai dimestichezza con carta e forbici, prepara tu stesso gli inviti: un po’ di colore e un pizzico di fantasia e il gioco è fatto. Prepara un cartoncino-invito seguendo il tema: fai man bassa di mostri, fantasmi, streghe, demoni e zucche. Puoi ritagliare i cartoncini a forma di bara, o denti di vampiro e inserirli in una busta rossa, arancione o nera per far arrivare il tuo terrificante invito a destinazione. Se organizzerai una festa seguendo un preciso soggetto (che potrebbe essere il titolo di un film, come Halloween) puoi chiedere agli invitati di travestirsi per l’occasione attenendosi al tema, altrimenti, lascia a briglia sciolta la fantasia dei tuoi amici; potreste poi eleggere fra voi il costume più originale, la maschera più orripilante con tanto di piccola coppa o targa ricordo e poi divertitevi a scattare selfie e a condividerli sui social.

#2 Decora la tua casa

È arrivato il momento di pensare all’allestimento della tua casa e della tavola per Halloween. Via libera a tovaglie colorate arancioni, gialle o marroni, possibilmente decorate con zucchette impertinenti. Procurati piattini, bicchieri e tovagliolini di carta decorati appositamente con zucche, pipistrelli, fantasmini o altre immagini a tema Halloween. E le luci? È assolutamente bandita la corrente elettrica, quindi, disponi sul tavolo candelabri o semplici candele. Decora i muri con pipistrelli e scheletri, metti ragni e finte ragnatele sui quadri. Svuota delle zucche, intaglia occhi e bocca, inserisci all'interno un lumino. Le luci tremolanti creeranno la giusta atmosfera.

#3 Pensa al menù

Un party stile Halloween, vuole a tutti i costi un menù pensato ad hoc. È ovvio che non presenterai ai tuoi ospiti piatti terrificanti, ma puoi scatenare la fantasia dando alle pietanze nomi particolari, di fantasia. Come primo piatto, servi un risotto alla zucca, che chiamerai “uova d’insetto intrappolato nel fango”. Un secondo semplice e veloce sono le cosce di pollo con salsa ai funghi, che si trasformeranno in “coscette di pipistrello in salsa paludosa”. E per contorno barbabietole al vapore, che saranno i tranci di mummia. E il dessert? Dita mozzate della strega. Ovvero biscotti di pasta frolla decorati con marmellata di ciliegie per simulare il sangue. E poi pozioni della strega, ovvero cocktail fantasia e sangue di vampiro a fiumi (vino rosso). Scrivi al computer il menù della sera, poi stampalo su cartoncino, debitamente decorato, e lascialo sul tavolo.

#4 Arrivano gli ospiti, crea l'atmosfera

dita di strega Accogli i tuoi amici con un sottofondo speciale: usa effetti sonori ad hoc, come porte che scricchiolano o risate da pelle d'oca e fai partire poi qualche canzone da brivido. Attingi alla colonna sonora di Profondo rosso, Halloween, Venerdì 13 o qualsiasi film di paura. Basterà un po' di musica da organo o un carillon che spezza il silenzio, per creare un’atmosfera spaventosa. Dopo cena, quando tutti si saranno tolti la maschera e rilassati, se gli invitati non sono molti, proponi una buona selezione di film horror o chiedi a ognuno di portare il suo film spaventoso preferito... se la festa dovesse languire, puoi proporre qualche locale in cui portare a compimento la serata. 

Estrattore di succo e centrifuga

estrattore di succo

A mezzanotte, per tutti, un buon centrifugato di melagrana: il suo colore rosso richiamerà ancora una volta l'atmosfera della festa e il suo potere antiossidante darà una sferzata di vita ai poveri zombie e fantasmi.

La ricetta senza glutine: Dita mozzate della strega

Il menù che ti ho proposto è perfetto anche per i celiaci, a patto che tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione utilizzati siano certificati senza glutine. Puoi realizzare il dessert anche senza glutine e senza latticini, seguendo questa ricetta: 

  • 150 gr di farina di riso finissima biologica
  • 60 gr di fecola di patate
  • 1 cucchiaino di polvere lievitante già dosata a base di cremor tartaro e bicarbonato
  • 2 uova biologiche
  • 6 cucchiai di miele di acacia bio (oppure 8 cucchiai di sciroppo di riso)
  • 5 cucchiai di olio di riso o di mais bio
  • stecca di vaniglia

Per decorare:

  • marmellata di ciliegia bio senza zuccheri aggiunti
  • una manciata di mandorle senza pelle

Procedimento: In una ciotola ampia setaccia la farina di riso e la fecola con il cremor tartaro. Unisci i semini di vaniglia, le due uova, il miele e l’olio e impasta velocemente a mano, fino a ottenere una frolla. Poiché si tratta di una frolla all'olio, non è necessario il riposo in frigo. Modella l’impasto, ricava tante dita della strega e attacca una mandorla senza pellicina all'estremità, per simulare l'unghia. Cuoci a 180° per circa 10-15 minuti. Fai raffreddare e decora con marmellata, per simulare il sangue. Ti sono piaciute le mie idee? Adesso aspetto le foto del tuo party da brivido!

CAVALLINI Stringate donna sabbia quellogiusto marroni Lacci,A buon mercato ASFVLT CALZATURE yoox rosso,DEUX SOULIERS CALZATURE yoox beige Pelle,Guess Sandali Donna In Saldo, Argento, polyurethane, 2017, 35 36 37 38 39 40 raffaello-network Primavera,SEE BY CHLOé CALZATURE yoox neri Senza,Keds Sneakers basse TRIPLE KICK CORE LEATHER spartoo-shoes bianco Pelle,Rieker M3747 Women Low-Top -shoes marroniNINE WEST CALZATURE yoox beige PelleSAINT-HONORé PARIS SOULIERS CALZATURE yoox Pelle,EMANUELA PASSERI CALZATURE yoox neri Pelle,A buon mercato O.X.S. CALZATURE yoox bianco,ASH Espadrillas donna beige quellogiusto grigio Pelle,A buon mercato NUPTIAL diffusione-tessile bianco PelleAREZZO CALZATURE yoox viola Classico,LOGAN CROSSING CALZATURE yoox turchesi Classico,A buon mercato Marte bid-on-fashion grigio Pelle,NORMA J.BAKER CALZATURE yoox rosa Pelle,JOYKS CALZATURE yoox neri Pelle,FIORANGELO CALZATURE yoox rosa Pelle,Naturalizer GALORE 219347-47306001 bianco,Gabor Shoes Comfort Sport marroni Estate,CALPIERRE CALZATURE yoox neri Pelle,CUPLé CALZATURE yoox neri Pelle,Scarpe donna D.A.T.E. (DATE) sneakers beige camoscio AP520 zooode grigio Camoscio,PEPE JEANS Tronchetti Bassi donna nero quellogiusto neri PrimaveraNEW BALANCE CALZATURE yoox blu Classico,TOSCA BLU SHOES CALZATURE yoox neri Fibbia,Fericelli Sandali LIGUORI spartoo-shoes grigio Estate,Guess FLTAM4LEA09 neri Inverno,JEFFREY CAMPBELL CALZATURE yoox Pelle,

Written by Letizia Terra

A quattro anni sapevo già scrivere il mio nome, a dieci ho imparato a cucinare, sbirciando tra i segreti di nonna che, con mani sapienti, impastava gnocchi, lasagne e ravioli… ma c’è voluto del tempo prima che le mie due più grandi passioni, scrivere e cucinare, si unissero in un unico posto, il blog. Qui creo, tra sbuffi di farina (di riso) e bicchieri di latte (di mandorla), biscotti, torte, crostate, muffin e pizze, tutto rigorosamente gluten free e per intolleranti. A me piacciono le ricette “senza”, ma buone per tutti!

Questo website fa uso di cookie. Continuando la navigazione accetti la nostra cookie policy.